home / news / VILLA LANTE A BAGNAIA È IL PARCO PIÙ BELLO D'ITALIA 2011
 

15 luglio

IL CASTELLO DI RACCONIGI E' IL PARCO PIU' BELLO D'ITALIA 2010!» continua...

02 maggio

ELETTI I DIECI PARCHI FINALISTI 2011!» continua...

14 novembre

VILLA LANTE A BAGNAIA È IL PARCO PIÙ BELLO D'ITALIA 2011» continua...

11 maggio

UNA PASSEGGIATA TRA I 10 GIARDINI PIÙ BELLI D’ITALIA» continua...

» tutte le news

Il Parco del Giorno

Villa Cagnola

Complesso monumentale del secolo XVIII si estende su di un vasto parco collinare

» approfondimento


VILLA LANTE A BAGNAIA È IL PARCO PIÙ BELLO D'ITALIA 2011

Villa Lante a Bagnaia è il vincitore dell’edizione 2011 del premio “Il Parco Più Bello d’Italia”, assegnato lo scorso anno al Parco del Castello di Racconigi. 

 Novembre 2011 - Dopo un parco del Sud - la Reggia di Caserta - e uno del nord - il Castello di Racconigi - tocca quest'anno a un giardino del Centro Italia l’importante riconoscimento di Parco Più Bello d'Italia 2011. La giuria dell’ormai famoso Premio di Parchi e Giardini, giunto quest’anno alla nona edizione nazionale, si è infatti riunita e ha eletto il Giardino di Villa Lante a Bagnaia, a pochi chilometri da Viterbo, vincitore dell’edizione 2011 del concorso. 

Il giardino di Villa Lante a Bagnaia è stato prescelto tra una rosa di dieci finalisti selezionati in primavera tra gli oltre trecento parchi e giardini italiani iscritti al concorso. Villa Lante, famosa in tutto il mondo per la sua bellezza, si aggiudica quindi l’ambìto premio per l’anno 2011. 

Villa Lante rappresenta, in tema di giardini, una delle maggiori espressioni della cultura italiana nel corso del Cinquecento. Organizzato secondo precise regole geometriche, il giardino è attraversato da un lungo asse acquatico – in alcune parti visibile, in altre non visibile - che, partendo dall’alto, segue il pendìo sfruttando i dislivelli del terreno fino a placarsi nel parterre d’acqua, un’immagine paradisiaca con al centro la fontana dei Mori. L’acqua, che si sposa con le geometrie delle siepi sempreverdi, dà vita lungo il percorso a fontane, canali e catene d’acqua. Il giardino di Villa Lante è il luogo incantato voluto dal cardinale Gambara in nome della supremazia dell’uomo sulla Natura. 

La giuria che ha eletto vincitore il Giardino di Villa Lante a Bagnaia si compone di sette specialisti del settore, autori di numerosi studi sull’argomento, membri di prestigiosi comitati nazionali e internazionali: Vincenzo Cazzato (presidente), Margherita Azzi Visentini, Alberta Campitelli, Marcello Fagiolo, Ines Romitti, Rossella Sleiter, Luigi Zangheri. 

Il Parco Più Bello d'Italia è un concorso dedicato ai parchi e ai giardini, nato con lo scopo di valorizzare l’inestimabile patrimonio architettonico e paesaggistico presente nella nostra penisola e di contribuire a stimolare l’interesse e la sensibilità verso questi beni fragili e preziosi al tempo stesso. 

Il concorso è ormai giunto alla nona edizione nazionale; vincitori delle precedenti edizioni sono stati il giardino di Valsanzibio di Galzignano Terme (2003), il giardino de La Mortella a Ischia (2004), i giardini del Castello Trauttmansdorff a Merano (2005), Villa d’Este a Tivoli (2006), i giardini dell’Isola Bella ( 2007), quelli di Villa Pisani a Stra (2008), della Reggia di Caserta (2009) e del Castello di Racconigi (2011). 

Il Concorso Il Parco Più Bello è organizzato con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero del Turismo, del Ministero dell'Ambiente, del FAI (Fondo Ambiente Italiano), e dell'AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio). 

Ulteriori informazioni sul concorso e sul “Parco più Bello d’Italia” al sito www.ilparcopiubello.it e nella pagina Facebook “Il Parco Più Bello”.


INTRODUZIONE AL GIARDINO DI VILLA LANTE A BAGNAIA 
Villa Lante è una delle maggiori realizzazioni del Cinquecento italiano. Il giardino all'italiana e il parco occupano una superficie di 22 ettari. La straordinaria particolarità della villa consiste nella assoluta predominanza del giardino rispetto all'opera architettonica; l’architettura si sdoppia in due piccoli edifici gemelli ai lati dell'asse lungo il quale si struttura l'intera composizione e che coincide con la via d’acqua. Alle meraviglie dell’acqua si aggiungono quelle delle siepi sempreverdi e delle sculture in peperino. Il giardino di Villa Lante è un luogo incantato voluto da un potente cardinale in nome della supremazia dell’uomo sulla Natura. Strutturata secondo rigorose regole geometriche, la villa fu costruita nella seconda metà del Cinquecento per volere del cardinale Gambara a ridosso di un bosco che fungeva da riserva di caccia. L’asse acquatico sfrutta i dislivelli dei terrazzamenti, raccordati mediante rampe di scale. 

Dalla fontana del Diluvio (o Monte della Pioggia) l’acqua inizia il suo percorso gorgogliando e scrosciando tra rocce, caverne e vegetazione rimandando a un’arcaica armonia tra uomo e Natura.Defluisce e scende tumultuosa lungo la Fontana della Catena, saltellando fra le apertura e le chiusure delle chele del gambero (emblema del cardinale Gambara) dando vita a una catena d'acqua che si conclude con la Fontana dei Giganti, raffigurazione dei fiumi Tevere e Arno (il papato di Roma e la famiglia Medici di Firenze); si placa nella Fontana della Tavola (o Tavola del Cardinale) attraversata al centro da un piccolo rivolo; riprende la sua corsa per tornare a zampillare nella Fontana dei Lumini, come a formare tante fiammelle di candele argentate; si placa nel quadrato con la fontana dei Mori, al centro di uno specchio d’acqua ripartito in quattro bacini, su ognuno dei quali galleggia una barca con un putto.Villa Lante si trova a soli 4 km. da Viterbo ed, con le sue meravigliose fontane, uno degli esempi più significativi di giardino all'italiana.

Vai alla pagina di Villa Lante a Bagnaia