home / i parchi / Giardino di Badia a Coltibuono
 

Giardini nelle vicinanze


Villa di Geggiano


La Villa di Geggiano offre preziosi interni e splendidi giardini tr... continua » 

Tenuta di Monaciano


Un giardino di fiori a mezzodì nella parte alta, ed un parco romantico... continua » 

Villa Vignamaggio


Vignamaggio è un piccolo scrigno rinascimentale, dalle linee pure e se... continua » 
cerca
Galleria fotografica

Giardino di Badia a Coltibuono

Giardino di Badia a Coltibuono

Loc. Badia a Coltibuono Gaiole in Chianti (Siena)

http://www.coltibuono.com

Un’antica abbazia in solida e solare pietra di alberese nel cuore del Chianti, abbracciata e “protetta” da 800 ettari di bosco: Badia a Coltibuono.

 

L’abbazia “Cultus Boni” fu fondata nell’ XI secolo da monaci benedettini di Vallombrosa quale luogo di “culto”, di “cultura” ma anche di “coltura” delle prime vigne dell’alto Chianti. Lo stemma racchiude tutta la filosofia dei fondatori di questo luogo: la mano che sorregge la gruccia non solo per “seminare” la fede ma soprattutto per piantare le viti che avrebbero poi dato i migliori frutti di questa terra.

 

Il vino veniva prodotto sia per la pratica liturgica che per il consumo quotidiano, ed impiegato per purificare l’acqua destinata al consumo umano.

 

Lo stesso San Benedetto, fondatore dell’omonimo ordine monastico, nella sua Regola si limitava a raccomandare sobrietà , senza vietare l’uso del vino ai suoi monaci. Nel XV secolo l’abbazia del “Buon Raccolto” subì un notevole sviluppo, essendo sotto il patronato di Lorenzo dei Medici. Successivamente venne trasformata in villa-fattoria, mantenendo la funzione di presidio agricolo fino ai giorni nostri.

 

Il giardino della Badia, restaurato radicalmente negli ultimi decenni, è impostato secondo uno schema che rispecchia quello dell’antico hortus conclusus, spartito da geometrie di siepi di bosso con inserimenti di piante aromatiche e officinali.

 

La vasca rettangolare posta al centro del giardino e le pavimentazioni dei sentieri sono realizzati in pietra serena. Lunghi pergolati di vite ornano alcuni dei percorsi esterni. Di fianco alla Badia si erge un bellissimo cedro del Libano altro 20 metri e con il tronco della circonferenza di metri 7, censito nell’elenco delle piante monumentali della Toscana del Corpo Forestale dello Stato. La proprietà è circondata da grandi boschi di abete bianco, frutto dell’opera di rimboschimento svolta dai monaci e rilanciata poi nell’Ottocento.

 

Sotto la guida della famiglia Stucchi Prinetti, attuali proprietari, la fattoria è oggi un’azienda agricola affermata in Italia ed all’estero.

Ingresso

5 € a persona, gratuito per i bambini.


Apertura

Badia a Coltibuono è aperta al pubblico per visite guidate da maggio ad ottobre

Orario: ogni giorno dalle 14 alle 17

Durata: 50 minuti.

Non è richiesta la prenotazione


Altre segnalazioni

Degustazioni di vini ed oli extravergine di oliva. 

Corsi di cucina. Camere


Mappa