home / i parchi / Vittoriale degli Italiani
 

Giardini nelle vicinanze


Giardino Giusti


Incantevole giardino, la cui parte più antica risulta essere costruita... continua » 

Parco Giardino Sigurtà


Il Parco Giardino Sigurtà nasce dalla perfetta fusione tra un Parco ... continua » 

Giardino Heller


Una località incantata, in cui prevalgono caratteri di lentezza e indo... continua » 
cerca
Galleria fotografica

Vittoriale degli Italiani

Vittoriale degli Italiani

via Vittoriale, 12 Gardone Riviera (Brescia)

http://www.vittoriale.it

Il Vittoriale degli Italiani si trova a Gardone Riviera, sul lago di Garda. Fu dimora del poeta Gabriele d’Annunzio che la donò al popolo italiano. Il suo progetto si deve all’architetto Giancarlo Maroni, i lavori di creazione e trasformazione del Vittoriale iniziarono nel 1921 e durarono oltre la morte del poeta. Nel 1925 venne dichiarato monumento nazionale. Occupa un terreno molto vasto di nove ettari in cui si trovano la casa di d’Annunzio chiamata Prioria, il Museo della Guerra, l’Auditorium in cui è custodito l’aeroplano SVA 10 con il quale il poeta compì il famoso volo su Vienna, il Mausoleo, il MAS 96 della Beffa di Buccari, la nave Puglia donatagli dalla Marina italiana ed incastonata sul fianco della collina, il Parlaggio teatro all’aperto, costruito ispirandosi ai modelli dell’antichità può ospitare 1500 spettatori, inaugurato nel 1953 con un concerto dell’Orchestra del Teatro alla Scala offre nei mesi di luglio e agosto una ricca stagione di spettacoli. Il complesso museale del Vittoriale degli Italiani è aperto al pubblico tutto l’anno ed è visitato da 160.000 persone l’anno.

 

 

Molto esteso il parco del Vittoriale in cui si snoda un percorso dei cimeli storici. Ne sono parte integrante i Giardini Privati che furono i primi ad essere realizzati dall’architetto Gian Carlo Maroni, custodiscono alcuni cimeli e opere d’arte come i Massi del Grappa e degli altri Monti di guerra del 1915-1918 e l’Arengo, dedicato ai riti del giuramento, alle cerimonie e agli incontri con i compagni d’armi e di imprese militari, dove sono collocate, in un boschetto di magnolie, 17 colonne a ricordo delle vittorie della Grande Guerra. Percorrendo i sentieri delle limonaie e del giardino si arriva al frutteto ove è collocata la Canefora opera in bronzo di Napoleone Martinuzzi.

 

Il particolare amore di d’Annunzio per lo scrosciare delle acque fa impegnare l’architetto Maroni nella sistemazione di una vasta area boschiva con le Vallette dell’Acqua pazza e dell’Acqua savia attraversate da due ruscelli che confluiscono nel laghetto delle danze dalla forma di violino ideato per ospitare spettacoli musicali e di danza.

Apertura

Dal 1 aprile al 30 settembre

Vittoriale esterni aperto tutti i giorni: 8.30/20.00

Dal 1 ottobre al 31 marzo

Vittoriale esterni aperto tutti i giorni: 9.00-17.00

(chiuso solo nei giorni 24, 25 dicembre e 1 gennaio)


Mappa